I benefici dell’avena

Cibo e mangiar bene13/01/2020

Per depurarsi e ridurre il colesterolo

L’avena è un cereale fantastico. Ha innumerevoli proprietà che la rendono il pasto ideale da consumare la mattina, non da sola perché il suo sapore non è così attrattivo da consentirlo ma in mix con cereali, frutta disidratata, semi di chia. Quali benefici trarremo dal consumare avena regolarmente? Primo, la grande quantità di aminoacidi che contiene e che stimola la produzione di lecitina nel fegato, favorendo la depurazione dell’organismo dalle tossine. Gli amminoacidi contenuti nell’avena sono otto, cosa che la rende una fonte di proteine di alto valore biologico. Anche le pareti arteriose ringraziano, visto che l’avena in quanto fibra elimina i depositi di grasso che si accumulano nelle arterie. 30 grammi di fiocchi d’avena contengono 1,5 grammi di beta glucani, fibre che contribuiscono al mantenimento del normale livello di colesterolo nel sangue. L’avena riduce gli acidi biliari, perciò migliora il processo digestivo ed essendo ricca di carboidrati ad assorbimento lento aumenta il senso di sazietà.

Il colesterolo cattivo viene ridotto dalla grande quantità di acidi linoleici e omega 3, conosciuti come grassi buoni, che l’avena contiene. Le vitamine del gruppo B in essa contenute aiutano inoltre il sistema nervoso centrale. Ultima notizia ma certo non per importanza: vi sono numerosi studi che testimoniano l’aiuto dato dall’avena nella difesa contro il cancro al colon e alla mammella. Si consiglia dunque di mangiarne tutti i giorni per ridurre del 10% circa la possibilità che questa patologia insorga.  Per prepararla in modo che sia appetitosa, suggeriamo di mescolare i fiocchi di avena con nocciole, mandorle, noci, semi di papavero o chia e frutta disidratata come albicocche, cocco, uvetta e fichi. Oppure con altri cereali.

Dove trovare questi prodotti?

Altre notizie

#JustAsk

Rispondiamo
entro un'ora
sulla nostra pagina Facebook

Fai la tua domanda
Orari d'apertura

Telefono: +39 06 8707 0275
> Contattaci

Top