Indietro

Come preservare i nostri occhi

Le linee guida, in tempi digitali

I nostri occhi sono soggetti a continue sollecitazioni. Abbiamo già parlato della luce blu e di quanto la permanenza davanti a schermi digitali rischi di influire negativamente sulla retina. Ma la luce blu esiste anche in natura! Viene emessa dal sole e schermarsi è imperativo. Ecco qui qualche accorgimento per non “perdere di vista” la vista!

Prima cosa, bisogna assicurarsi quando si hanno occhiali da vista che le lenti proteggano dalle radiazioni UV fino a 400 nm, lo standard di riferimento raccomandato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Chi ha lenti a contatto non dovrebbe portarle per più di 6-8 ore al giorno, compatibilmente con la tollerabilità individuale. È sconsigliato utilizzarle al mare e in piscina perché possono contaminarsi ed esporre i nostri occhi ad un rischio maggiore di cheratiti e congiuntiviti. Sarebbe meglio non usare i dispositivi digitali nelle ore serali: emettono luce blu che potrebbe disturbare la qualità del sonno. Inoltre, andrebbero fatte pause regolari in caso di uso prolungato di schermi digitali, ovvero 15 minuti ogni 2 ore. Sempre opportuno, l’utilizzo di lenti anti luce blu, che danno una visione più nitida.

Per gli occhi anche la dieta ha la sua importanza: frutta, verdura, acidi grassi Omega -3 sono una garanzia di protezione in generale, perché danno al corpo le sostanze necessarie per preservare la vista, oltre a contribuire alla prevenzione di malattie cardiovascolari e diabete.   Attenzione anche a polvere, sabbia, trucchi e detersivi, agenti che possono irritare gli occhi: se notate   rossori o infiammazioni è meglio evitare rimedi “fai da te” e contattare un medico oculista. In generale, una visita di controllo dal medico andrebbe fatta ogni due anni. Immediatamente, se invece si percepissero sintomi come lampi, vista offuscata o restrizioni del campo visivo.

La capacità dei nostri occhi andrebbe testata periodicamente, anche da casa, in questo modo: chiudete un occhio per volta e guardate alternativamente vicino e lontano. Se notate qualche difficoltà, è tempo di un controllo. Per chi passa molto tempo alla guida, è preferibile utilizzare lenti specifiche che riducono l’abbagliamento e rendono la guida sicura e confortevole anche in condizioni di scarsità di luce. Recarsi da un ottico e valutare con lui le possibili soluzioni è la via più sicura ed efficace al fine di trovare la soluzione migliore. Esistono infatti tecnologie sofisticate, come quelle delle lenti Zeiss, capaci di garantire sulle lenti chiare la stessa protezione UV fornita dagli occhiali da sole.

Eventi

5 must have per lui

I capi estivi più glamour da avere