Indietro
1920x580-supermercati

Mantenere il corpo alcalino è garanzia di salute

Soprattutto dopo gli eccessi delle feste!

L’equilibrio acido-base è un meccanismo essenziale per mantenere l’equilibrio del nostro organismo, detto omeostasi. Cosa significa equilibrio acido-base? La scala di misurazione del Ph va da 0 a 14, in cui lo 0 ci indica il massimo grado di acidità e il 14 la massima alcalinità. L'organismo per svolgere le sue molteplici funzioni ha bisogno di un valore compreso tra i 7,35 e 7,45.

L’alimentazione e il metabolismo apportano degli elementi acidi e basici all’organismo.
Per mantenere l’equilibrio acido-basico ed eliminare le sostanze di scarto, l’organismo si affida agli organi come reni e polmoni, che sono così sottoposti costantemente ad un intenso lavoro. Nell’eliminazione sono coinvolte anche le ghiandole sudoripare, la pelle e l’intestino. 
Un ruolo fondamentale per la protezione dell’equilibrio acido base è svolto anche dalla matrice extra cellulare dove si forma il liquido linfatico: di giorno assorbe le sostanze acide e di notte le rilascia, attraverso i reni e le ghiandole sudoripare.
Succede, soprattutto quando si mangia male, con eccessi di zucchero e cibi raffinati, che vengano prodotte sostanze acide in eccesso; l’organismo reagisce con un meccanismo che (con l’azione di acqua, anidride carbonica e minerali quali calcio, magnesio, ferro, potassio e sodio) riporta il Ph in equilibrio. Quando non riesce, si va incontro all’acidificazione cronica che significa alterazione delle funzioni biologiche e stato di malessere. 
 
Cosa acidifica il corpo? Zuccheri e carboidrati raffinati, carni rosse, latte e derivati da un lato, dall’altro carenza di frutta, verdura, cereali integrali e cibi alcalinizzanti come mandorle, miglio, succo di limone. Naturalmente, fumo, alcolici, bevande gassate portano il corpo verso l’acidificazione. 
Fondamentale, per essere in buona salute e in omeostasi, l’apporto dei minerali. Alcuni, come zinco e calcio, contribuiscono all’equilibrio acido-base ed elettrolitico. Il potassio invece, oltre a regolare l’equilibrio acido-base, supporta anche le funzioni muscolari e aiuta il mantenimento di una corretta pressione sanguigna; può quindi essere utile in caso di crampi muscolari e ipertensione.
Il magnesio invece risulta utilissimo non solo per la sua funzione alcalinizzante, ma anche per la riduzione della stanchezza e per il buon funzionamento del sistema nervoso e dei muscoli. Associato alla vitamina B6 risulta utile anche nella sindrome premestruale.
Scegliete i vostri alimenti tenendo in considerazione l’impatto sul corpo! 
 
supermercati

Eventi

Vitamina D, essenziale per il sistema immunitario

Ma non solo…