Fidenæ alla Porta di Roma, restituire il passato a tutta la città

Una nuova iniziativa culturale per Porta di Roma, un’esperienza a metà tra passato e presente.

Fidenæ alla Porta di Roma rappresenta un nuovo passo verso la restituzione alla città e ai cittadini del loro passato.

In collaborazione con la Soprintendenza Speciale di Roma, Porta di Roma espone in una nuova ed esclusiva area museale creata ad hoc, il frutto della ventennale campagna di scavi avvenuta tra via delle Vigne Nuove, il Raccordo Anulare, il quartiere di Colle Salario e il viadotto dei Presidenti, ovvero l’area denominata in passato come Fidenæ, zona strategica di confine dell’Impero Romano. I reperti esposti, tra raffinati mosaici, decorazioni, corredi funebri e manufatti, coprono l’arco cronologico che va dall’età del Bronzo fino alla tarda antichità e rappresentano il meglio dei ritrovamenti individuati negli edifici venuti alla luce durante gli scavi.

L’operazione segna un parallelo storico tra il passato e il presente dell’area urbana in cui sorge Porta di Roma, che permetterà ai visitatori d’immergersi totalmente in un luogo di vera e propria aggregazione culturale della città eterna.

 

Eventi

I fiori di Van Gogh sulla tavola

Giallo su sfondo blu per la Giornata della Terra